Da giovedì aria fredda, quota neve in deciso calo al Nord, neve anche in Appennino

Arriva anche aria fredda e nevicate su Alpi ed Appennino - Il vortice mediterraneo in arrivo da Ovest si insedierà sul Tirreno e fungerà inoltre da catalizzatore di aria fredda in discesa dalle latitudini artiche verso l'Europa centro-occidentale, sfruttando un ampio canale depressionario che dal Mar del Nord si spingerà fin su Mediterraneo e nord Africa. Inizialmente l'aria fredda sarà relegata al Nord ed in particolare sulle Alpi, dove nevicherà mediamente oltre 1200-1500m fino a Mercoledì, ma con quota in calo fin verso i 1000-1100m dalla sera/notte a partire dai settori di confine. Ancora piuttosto mite in quota al Centrosud, dove prevarranno i venti di Libeccio, Scirocco e Ostro. 

Aria fredda in arrivo
Da giovedì l'aria fredda inizierà a sfondare verso il Centro e poi il Sud, sfondando dalla Valle del Rodano e dilagando da Ovest verso Est sfruttando l'effetto fionda indotto dal vortice tirrenico. Nevicate torneranno così ad interessare l'Appennino settentrionale sin verso i 900-1000m, ma entro sera fino a 1000-1100m anche sulla Sardegna. Sempre verso fine giornata calo della quota neve anche sull'Appennino centrale fin versao i 1100-1300m. 

Venerdì temperature in ulteriore calo, con arrivo della neve anche sull'Appennino meridionale fin verso i 1400-1700m, 1100-1400m su Appennino centrale, 600-1000m al Nord ma probabilmente fino in collina al Nordovest. Situazione molto dinamica da seguire passo passo, ai prossimi aggiornamenti!

Scrivi commento

Commenti: 0